le marche italiaLe Marche – gite per città e borghi

Le città delle Marche offrono scenari molto diversi e tutti affascinanti. Molti borghi medievali fortificati dalle antiche mura sono ben conservati e spesso racchiudono  luoghi di ritrovamenti archeologici di resti romani come Urbisaglia e Falerone. Ad Osimo e Loreto si può ammirare l’architettura rinascimentale e Porto S.Giorgio e Civitanova Marche affascinano con le ville in stile Liberty e art nouveaux.

La regione Marche è anche terra di teatri e oltre a tanti piccoli teatri antichi meravigliosamente decorati, vanta la presenza dello Sferisterio di Macerata, una delle più importanti arene d’Italia, dove ogni anno si svolge il Macerata opera festival.

L’agriturismo Fontechiara si trova a mezza via tra i monti Sibillini e il Parco nazionale del Monte Conero, si raggiungono con grande facilità sia la riserva naturale dell’abbazia di Fiastra che il parco delle Grotte di Frasassi, e siamo letteralmente circondati da città e borghi medievali  tutti da visitare e ammirare.

Di seguito elenchiamo alcune di queste città e le relative attrattive.

Macerata (20 min )

Macerata è ben conosciuta nel mondo dell’opera lirica per l’annuale open-air opera festival che si svolge da luglio ad agosto nella famosa Arena Sferisterio, che offre posto a 7000 persone.loreto le marche

L’arena è stata costruita in stile neoclassico nel 1820, utilizzando fondi privati e l’acustica al suo interno è decantata dagli appassionati di musica. Nulla da invidiare alla più pubblicizzata Arena di Verona.

Il centro di Macerata si trova in cima alla collina ed è stato costruito quasi interamente tra il 16esimo e il 19esimo secolo. Una delle opere architettoniche più impressionante della città è la Loggia dei Mercanti con i suoi portici a due livelli di archi, situata nella centrale Piazza della Libertà.

Dalla Piazza della Libertà si può percorrere Corso Matteotti con i suoi magnifici palazzi mentre Corso della Repubblica arriva in Piazza Vittorio Veneto, dove si trovano la galleria d’arte cittadina e il museo. Qui si possono ammirare molte opere di artisti marchigiani ed umbri come il famoso dipinto “Madonna con bambino” di Carlo Crivelli. Nello stesso palazzo si trovano anche il museo delle carrozze ed il museo dedicato all’unificazione dell’Italia e alla resistenza durante la guerra.

A nord della città, lungo il fiume Potenza, alla congiunzione con la SS571, si trova l’antica Helvia Recina, ed è possibile visitare i resti dell’antica città romana e il grande anfiteatro.

Abbadia di Fiastra (20 min )

Il monastero cistercense di Fiastra è stato fondato nel 1142. Il materiale di costruzione fu fornito dalla vicina città romana Urbs Salvia, e il suo territorio all’epoca si espandeva per 30 km verso la costa. Ancora oggi il terreno e le vigne circostanti vengono coltivati dai monaci ed il vino e altri prodotti sono acquistabili presso l’abbadia.

Il parco dell’Abbadia di Fiastra  comprende oltre il monastero medievale anche un museo archeologico e una bellissima riserva naturale aperta al pubblico.

treia macerata Le marche italiaJesi (40 min )

Jesi è una delle città più importanti del centro Italia e il suo centro storico è animato da una vivacità culturale inaspettata che ha fatto guadagnare alla città il sopranome “ La Milano delle Marche “.

La caratteristica architettonica più appariscente è un lunghissimo tratto di massicce mura antiche risalenti al 14esimo secolo, costruite su fondamenta romane e fortificate da contrafforti e torri imprendibili.

Le stradine del centro storico percorrono una stretta cresta e sono gremite di negozietti e bar che offrono molte tentazioni ai visitatori.

Nella parte nord-orientale della città si trova Piazza Federico II, dove un tempo sorgeva il foro romano dell’antica Aesis. Vi si trova adesso il Duomo del 18esimo secolo.

Percorrendo per un breve tratto Via Pergolesi  si raggiunge Piazza Colocci, dove si può ammirare uno dei palazzi più belli della città, Palazzo della Signoria. Questo edificio rinascimentale è stato costruito alla fine del 15esimo secolo da Francesco di Giorgio Martini, il genio senese ben conosciuto per le sue costruzioni militari.

Il grande leone rampante sopra l’ingresso rappresentava il potere della città. All’interno troviamo un cortile con colonnato a tre ordini, con le colonne del primo livello in mattoni, quelle del secondo livello in marmo e quelle del terzo livello in legno.

Continuando Via Pergolesi, si raggiunge Piazza della Repubblica, la più grande piazza della città con il suo teatro del 18esimo secolo:Teatro Pergolesi, dove ogni autunno si svolge una prestigiosa stagione di opere liriche.

La strada principale ossia Corso Matteotti percorre le vecchie fondamenta romane.

In Via XV Settembre si trova Palazzo Pianetti che ospita la pinacoteca comunale con una piccola collezione di opere di Lorenzo Lotto, da non perdere.

Urbisaglia (20 min )macarata le marche

A soli 5 minuti dall’Abbadia di Fiastra si trova il sito archeologico romano di Urbisaglia. E’ possibile assistere ad una visita guidata per vedere il meraviglioso foro affrescato, il teatro e l’anfiteatro, l’antica cisterna per l’acqua, il castello medievale e il museo con i manufatti di origine romana.

Loreto (45 min )

Sulle colline poco distanti dal mare adriatico si trova Loreto, uno dei santuari per la Vergine Maria più importanti del mondo che ogni anno ospita migliaia di pellegrini che arrivano da tutto il mondo.

Il duomo del Santuario della Santa Casa domina il paesaggio circostante ed è visibile anche da grandi distanze. Al suo interno si può ammirare la santa casa di Nazareth, che secondo la legenda arrivò a Loreto nel 1294. La chiesa dichiarò Loreto luogo di pellegrinaggio solo nel 1507 ed i lavori per la costruzione del duomo sono iniziati nel 1468. Il santuario è una vetrina dei nomi più importanti di artisti del tardo rinascimento italiano ed attira anche i non credenti.

Il museo della Pinacoteca conserva una serie di lavori di Lorenzo Lotto, il maestro veneziano che si ritirò e morì nel monastero nel 1556.

Il museo presenta inoltre una collezione rinascimentale di contenitori di ceramica per uso farmaceutico ed in un angolo nascosto ci sono ancora circa 70 blocchi di legno intagliati che venivano usati fino al 1940 per stampare dei disegni sul corpo dei pellegrini che in seguito vennero tatuati come testimonianza indelebile del loro pellegrinaggio a Loreto.

Il comune di Macerata organizza ogni anno un pellegrinaggio da Macerata a Loreto nel mese di giugno

Cingoli (20 min )

La bellissima cittadina di Cingoli si trova in cima ad un colle a 790 m di altitudine e questa posizione sopraelevata unita ad una ampia veduta panoramica gli ha conferito il titolo di “ Balcone delle Marche “.

Salendo Corso Garibaldi si arriva in Piazza Vittorio Emanuele, che è stata costruita sul sito del foro dell’antica Cingulum ed è ancora il cuore della città. Da una parte vi si trova il bel municipio rinascimentale del 16esimo secolo con una torre ad orologio molto più antica. Al suo interno c’è il museo archeologico. Per visitarlo bisogna rivolgersi alla Biblioteca comunale in Via Mazzini 1. La biblioteca è anche sede della Pinacoteca  che contiene alcuni quadri di Lorenzo Lotto.

Vicino a Cingoli si trova un bellissimo lago, il lago di Castreccioni con spiagge e stabilimenti balneari dove noleggiare barche e pedalò ed un fantastico parco avventura con percorsi sospesi in altezza e pareti per le arrampicate e il free climbing per grandi e bambini.

Ascoli Piceno (1.5 h )

La città di Ascoli Piceno presenta un gran numero di torri medievali che dominano il centro storico e la famosa Piazza del Popolo, piastrellata in travertino è senza dubbio una delle più eleganti piazze d’Italia.

L’insieme di meravigliose costruzioni in stile gotico,  percorsi incantevoli lungo il fiume,  negozi, gallerie d’arte e  numerosi bar dove gustare il vino rosso piceno, rendono questa città davvero godibile.

Non tralasciate una visita al Bar Meletti in stile Art Noveaux sulla piazza principale.

Caldarola (25 min )

Caldarola è famosa per il castello molto ben conservato, la cui costruzione iniziò nel nono secolo ed è tuttora proprietà della famiglia Pallotta che lo ha aperto al pubblico. Nei dintorni ci sono altri tre castelli da visitare.

Camerino (35 min )

La città universitaria situata tra le alte colline maceratesi ha una storia che riporta ai tempi del Neolitico. E’ rimasta inalterata fino a raggiungere il suo apice durante il rinascimento, quando la locale famiglia Da Varano governava su un ampio territorio marchigiano circostante.

Sono assolutamente da vedere le chiese, i palazzi, i musei ed i giardini della città.

Amandola (60 min )

Amandola costituisce il punto centrale per visitare il parco nazionale dei Monti Sibillini. Ha una bellissima piazza in stile gotico  ed un museo sulla storia rurale.

 

Tolentino (20 min )

 

Tolentino è una vivace cittadina medievale e vi si trova il bellissimo Santuario di S. Nicola.

La sua architettura è straordinaria ed in particolare l’antico ponte romano, il campanile sul corso principale ed il Castello della Rancia del 12esimo secolo.

Sono da visitare anche il museo della caricatura e dell’arte umoristica.

 

 

Recanati (25 min )

 

Recanati è una delle città più importanti della provincia di Macerata e fu fondata nel 1150 a partire da tre castelli già esistenti. Nel 1290 la città si autoproclamò repubblica indipendente e nel 15esimo secolo era famosa per la sua fiera internazionale. Nel marzo del 1798 fu conquistata da Napoleone Bonaparte.

E’ il luogo di nascita del tenore Beniamino Gigli e del poeta Giacomo Leopardi e di conseguenza Recanati fu soprannominata “città della poesia “.

Si può visitare la casa natia del poeta ed il teatro Persiani, dedicato a Giuseppe Persiani, nato a Recanati nel 1799, compositore di opere durante la prima parte del 19esimo secolo.

La città si trova immersa tra le colline e la costa adriatica. Durante l’estate  Villa Colloredo Mels ospita una favolosa stagione lirica ed espone diversi quadri importanti di Lotto.

Osimo (40 min )

A pochi chilometri da Recanati troviamo Osimo con il suo centro storico dai colori caldi sulla cima della collina e la parte più recente della città ai suoi piedi. I suoi palazzi più belli risalgono al 16esimo e 17esimo secolo ma qua e là ci sono scorci su un passato più remoto dell’antica Auximum dei tempi romani, che tuttora invita ad una bella passeggiata al centro.

Nella sala d’ingresso del Palazzo Comunale, situato nella medesima piazza si trovano una dozzina di statue romane decapitate che un tempo ornavano l’antico foro della città e vennero decapitate durante l’occupazione della città.

In Via Fonte Magna si possono vedere i resti degli enormi blocchi di pietra che costituivano le mura romane. L’attuale piantina della città conserva il disegno dell’antica città romana.

Il duomo del 13esimo secolo in stile gotico – romano  presenta una cripta davvero straordinaria e conserva un pavimento a mosaico del medioevo.

La chiesa romana di S. Francesco è stata completamente restaurata ed il santuario è dedicato a S. Giuseppe da Copertino (1603- 1663 ) ed è un importante meta di pellegrinaggio.

S. Giuseppe è il santo patrono di chi deve affrontare un esame e grazie alla sua capacità di levitazione, anche dei piloti. I suoi resti sono conservati in un’urna di cristallo nella cripta.

Nel cuore del centro si trova lo splendido Palazzo Gallo del 16esimo secolo con l’epico affresco del pittore toscano Pomarancio, “Il giudizio di Salomone “(1609).

A pochi chilometri a sud- est di Osimo nella valle del fiume Musone, c’è l’imponente santuario di Campocavallo, uno spettacolare pezzo di architettura del 20esimo secolo in stile neo – gotico.

Dietro l’altare si trova una venerata immagine della santa vergine che nel 1892 fu vista piangere dai fedeli e da allora pare che il fenomeno si sia ripetuto diverse altre volte.

S.Severino ( 20 min )

Fu fondata nel 550 dopo che l’antica Septempeda romana era stata distrutta dai goti.

L’incantevole cittadina mostra una grande varietà di costruzioni medievali e rinascimentali.

La sua particolarità più rara è la  piazza centrale di forma elittica. La suddetta Piazza del Popolo è circondata da arcate che invitano a godersi un bel caffè all’ombra in uno dei numerosi bar della piazza, torreggiata dal castello e dalla chiesa sulla collina retrostante la città.

Comunque prima dell’aperitivo bisogna visitare la pinacoteca in Via Salimbeni 39 per ammirare la Madonna della Pace del Pinturicchio e diversi quadri dei fratelli Salimbeni.

Altri loro lavori sono visibili nella vicina chiesa romana di San Lorenzo in Doliolo.

Ogni Sabato si può passeggiare tra le bancarelle del mercato settimanale e a giugno/luglio si tiene il favoloso San Severino Blues Festival che ogni anno ospita artisti famosi nel mondo.

Matelica & Frasassi (45 min )

Matelica è uno dei centri più famosi del vino Verdicchio della regione Marche ed è una bella cittadina, interessante sotto molti aspetti. L’Armani Fashion Outlet è meta di molti appassionati dell’alta moda a prezzi convenienti. Inoltre siamo nelle vicinanze delle Grotte di Frasassi con il complesso ipogeo sotterraneo più grande d’Europa, da non perdere assolutamente. Ci sono visite guidate in molte lingue ad intervalli di un’ora circa.

“L’Agriturismo Fontechiara si trova nelle Marche, in provincia di Macerata a 4 km da Treia.
Si può scegliere una vacanza Bed and Breakfast – B&B, ma agli amanti dello slow food e della cucina genuina proponiamo vacanze in mezza pensione o in pensione completa.
Un soggiorno a Fontechiara permette di seguire lo spirito dell’ ecoturismo e dà l’opportunità di assaggiare in un ambiente incantevole, i nostri prodotti biologici e regionali, come l’olio d’oliva extravergine Fontechiara ed i rinomati vini marchigiani.
Il casale coniuga armoniosamente il fascino antico con le moderne comodità ed ha una piscina circondata dal verde.
Offriamo vacanze dedicate alla tranquillità, allo yoga, all’arte, alla pesca o all’acquisizione di conoscenze sulla produzione e la valutazione dell’olio d’oliva extravergine; i nostri ospiti stranieri possono partecipare alle lezioni d’italiano mentre i dintorni sono perfetti per una vacanza sportiva in sella ad una mountain bike o per fare una gita di shopping in uno dei tanti outlet della regione.
Accogliamo con piacere anche i nostri amici a quattro zampe, cani e gatti e offriamo un servizio di dog sitting qualificato.
Nelle Marche si trovano spiagge incantevoli, montagne mozzafiato, boschi preziosi, natura incontaminata e innumerevoli luoghi di interesse storico e artistico oltre agli infiniti piaceri enogastronomici.
E’ veramente “L’Italia in una regione”.
Consultate i nostri prezzi e le offerte speciali per una vacanza indimenticabile.”

© Copyright B & B Italy agriturismo Le Marche, italy bed & breakfast le marche - PIVA 01398620433